Workshop di Formazione degli Speaker

Questa è una traduzione dello Speaker Training Workshop originale che trovate qui.

Descrizione

Il Diverse Speaker Workshop (#WPDiversity) è stato pensato per i Meetup e i WordCamp di WordPress al fine di aumentare le candidature ai talk delle persone appartenenti a gruppi sotto rappresentati.

Questo programma delle lezioni è un riassunto scritto dei contenuti messi a disposizione in 5 video lezioni e in altre risorse. Gli argomenti includono

  • Trovare un argomento
  • Scrivere una breve presentazione
  • Progettare l’intervento
  • Diventare un oratore migliore
  • Creare ottime slide
  • Gestire domande difficili
  • E molto altro

Puoi trovare approfondimenti e fare richiesta di formazione per imparare a portare tutto ciò nel tuo Meetup o WordCamp di WordPress nel manuale Meetup Organizer Handbook.

Obiettivi

Dopo aver completato questa lezione chi partecipa sarà in grado di:

  • Comprendere perché dovrebbero  intervenire a un evento WordPress
  • Sfatare qualche mito sul parlare in pubblico
  • Raccogliere degli argomenti e sceglierne uno
  • Scrivere la descrizione per un meetup o una breve presentazione
  • Scrivere la loro biografia e la scaletta dell’intervento
  • Creare ottime slide
  • Fare un breve intervento di fronte a un gruppo di persone

Pubblico di riferimento

Il pubblico di riferimento principale sono i gruppi di persone emarginati o sotto rappresentati e che stanno pensando di parlare a un evento WordPress. Non devi avere alcuna esperienza nel parlare in pubblico per partecipare.

Domande di controllo 

  1. Hai già parlato ad un evento WordPress?
  2. Ti senti a tuo agio nello scrivere una breve presentazione, un titolo e una scaletta?
  3. Conosci le componenti fondamentali per creare delle slide interessanti?

Risorse

  1. Script del training
  2. Slide
  3. Scaletta suggerita
  4. Video: Parte 1, 2, 3, 4 (è utile, anche se non obbligatorio, vederlo prima di presentarlo personalmente)

Materiale necessario

  • Un dispositivo di grandi dimensioni in grado di mostrare un conto alla rovescia del tempo per le presentazioni, come un tablet. Se hai un proiettore, puoi invece proiettare https://e.ggtimer.com/
  • Foglio delle iscrizioni (da utilizzare alla fine), qualcosa per prendere appunti, penna

Note per gli insegnanti

  • Puoi cambiare i workshop in qualsiasi modo. Se ti stai chiedendo se puoi fare qualcosa in modo differente, la risposta è: “Sì, fallo!”.
  • Non devi utilizzare tutto il materiale. Se hai solo 1 ora o 1 ora e mezza, ti suggeriamo di svolgere le parti 1 e 2 e la parte finale dell’iscrizione. Copri ciò che aiuta a sentirsi sicuri e a proprio agio, la sindrome dell’impostore e come scegliere un argomento.
  • Le tempistiche date in Tempi Suggeriti sono approssimative.
  • Se il gruppo è piccolo (15 persone o meno) disponi le sedie in cerchio. Altrimenti crea gruppi più piccoli composti da 4 o 5 persone.
  • In entrambi gli scenari, creerai gruppi più piccoli di 4 o 5 persone quando inizierai la sezione ‘Scegliere un argomento’.

Ci sono più di 10 ulteriori consigli nello script per chi insegna. Assicurati di dare un’occhiata.

Guida pratica passo per passo

Introduzione e rompere il ghiaccio

Puoi trovare tutti i dettagli di questa sezione nella parte “Presentazioni e Ice Breaker” dello script.

Inizia il workshop dando informazioni di base e logistiche. Quando tutti saranno seduti fai una breve introduzione su chi sei tu e sul workshop. Quindi illustra il programma degli argomenti trattati.

Nei successivi 15 minuti circa chiedi ai partecipanti di presentarsi, incoraggiandoli a includere gli elementi della slide n° 7: nome, pronomi, esperienza con WordPress, esperienze passate di interventi in pubblico e cosa si aspettano dal workshop.

Quindi tratta questi argomenti utilizzando le informazioni dello script e delle slide:

  • Perché stiamo tenendo un workshop per le persone sotto rappresentate
  • Cosa vogliamo ottenere?
  • Sfatiamo i miti (Cos’è un relatore secondo noi vs Cos’è realmente)

Trovare un argomento

Questa sezione tratterà:

  • Formati degli interventi
  • Esercizi di brainstorming
  • Restringere la selezione di argomenti
  • Perfezionare gli argomenti scelti
  • Presentare il tuo argomento (facoltativo)

Scrivere una breve presentazione

Questa sezione tratterà:

  • La proposta, il cosiddetto “Pitch”
  • Trovare un titolo interessante
  • Scrivere la propria bio
  • Esercizi di scrittura
  • Presentare titoli e pitch (facoltativo)

Progettare l’intervento

Questa sezione tratterà:

  • Scrivere la scaletta
  • Trovare un titolo interessante
  • Presentare titolo e scaletta (facoltativo)

Diventare un relatore migliore

Questa sezione tratterà:

  • Esercitarsi a parlare
  • Cose da fare e da non fare
  • Gestire i nervi
  • Gestire le domande
  • Ottenere feedback dopo il talk

Creare slide interessanti

Questa sezione tratterà:

  • Presentazioni efficaci
  • Ulteriori suggerimenti

Domande e iscrizioni

Se rimane tempo chiedi se ci sono domande.

Fai passare un foglio per le iscrizioni (o invia un Google Form tramite email dopo l’evento) tra i partecipanti affinché esprimano il loro interesse a parlare in futuri meetup o WordCamp.

Chiedi com’è andato il workshop e se ci sono idee per migliorarlo.

Fai qualche comunicazione su:

  • Storie di relatori
  • Formazione per formatori
  • Essere coinvolti nel gruppo WordPress “Diverse Speaker Training”

Fai una foto di gruppo.

Esercizi

Ci sono molti esercizi in questo workshop. Esercizi addizionali potrebbero essere:

  • Brainstorming e perfezionamento degli argomenti in autonomia
  • Creare un titolo e una breve presentazione da zero
  • Esercitarsi allo specchio
  • Intervenire a un meetup locale

Valutazione

Chi può proporsi per parlare a un evento WordPress?

  1. Solo esperti di WordPress
  2. Solo chi ha già parlato in pubblico
  3. Chiunque sia interessato lo può fare, basta rispettare il Codice di condotta, le regole sulla GPL e sui marchi
  4. Chiunque può parlare anche se non sono conformi alla GPL o ai marchi
  5. Solo organizzatori e sponsor

Answer: 3. Chiunque sia interessato lo può fare, basta rispettare il Codice di condotta, le regole sulla GPL e sui marchi

Cos’è la sindrome dell’impostore?

  1. Un mito: è solo mancanza di fiducia in sé
  2. Una sensazione di dubbio sulle proprie competenze, talenti o traguardi e la paura di essere visti come “imbroglioni”
  3. Una condizione di salute
  4. Una sindrome incurabile

Risposta: 2. Una sensazione di dubbio sulle proprie competenze, talenti o traguardi e la paura di essere visti come “imbroglioni”

Qual è un mito comune che impedisce alle persone di parlare in pubblico?

  1. Non sono un esperto
  2. Mi faranno domande alle quali non so rispondere e mi crederanno stupido
  3. Sono troppo nervoso per parlare
  4. Sarò visto come troppo giovane o troppo vecchio per parlare
  5. Tutte le precedenti

Risposta: 5. Tutte le precedenti


Vero o falso: c’è un solo formato di intervento accettato agli eventi WordPress

  1. Vero
  2. Falso 

Risposta: 2. Falso

Cosa rende un titolo… un ottimo titolo?

  1. Qualcosa di molto intelligente
  2. Qualcosa di accattivante, ma esplicativo
  3. Qualcosa che suona divertente
  4. Qualcosa che spiega il tuo intervento, anche se è un titolo molto lungo

Risposta: 2. Qualcosa di accattivante, ma esplicativo

La presentazione del mio intervento dovrebbe includere:

  1. La spiegazione del perché gli organizzatori dovrebbero scegliere il mio intervento al di là dell’argomento trattato
  2. Una lunga spiegazione del perché questo intervento è importante
  3. Un focus specifico su cosa includerà l’intervento
  4. Solo una breve introduzione, il mio intervento avrà tutte le informazioni

Risposta: 3. Un focus specifico su cosa includerà l’intervento

Vero o falso: dovrei prendere tempo extra per presentarmi all’inizio del mio intervento

  1. Vero
  2. Falso 

Risposta: 2. Falso

Quali modi ci sono per rafforzare il mio intervento?

  1. Definisci cosa si dovrebbe imparare dal tuo intervento
  2. Utilizza messaggi chiave ripetitivi
  3. Utilizza esempi contrapposti per rafforzare le tue ragioni
  4. Tutte le precedenti

Risposta: 4.Tutte le precedenti

Qual è una dritta per diventare un relatore migliore? 

  1. Bevi una tazza extra di caffè appena prima del tuo intervento
  2. Parla più velocemente possibile così finirai prima
  3. Utilizza intercalari come “um”
  4. Ricordati di respirare 

Risposta: 4. Ricorda di respirare

Quando ci sono le domande alla fine dell’intervento, quali sono dei modi corretti di gestire le domande? 

  1. Ripetere la domanda per il pubblico
  2. Non aver paura di ammettere di non sapere la risposta
  3. Rilanciarla al pubblico con una frase come: “Ottima domanda! Non sono del tutto sicuro, voi avete idee?”
  4. Rilanciare la domanda a una persona che conosci nel pubblico: “Ottima domanda!  Xyz conosce davvero bene l’argomento – ehi xyz, vuoi dire qualcosa al riguardo?”
  5. Dire qualcosa come: “È un’ottima domanda. Non sono del tutto sicuro, ma lascia che faccia qualche ricerca – puoi mandarmi un’email o un tweet e ci risentiremo dopo l’evento?”
  6. Tutte le precedenti

Risposta: 6. Tutte le precedenti

Quando crei delle presentazioni cosa dovresti evitare?

  1. Scrivere nelle slide esattamente quello che vorrai dire
  2. Utilizzare font grandi e leggibili
  3. Utilizzare codice con moderazione
  4. Utilizzare immagini divertenti o che aiutino a trasmettere ciò che vuoi dire

Risposta: 1. Scrivere nelle slide esattamente quello che vorrai dire

Dovresti sempre chiedere un feedback dopo il tuo intervento?

  1. Sì, è molto utile per migliorare il proprio modo di parlare in pubblico
  2. No, è spaventoso
  3. Entrambe le risposte, dipende da te

Risposta: 3. Entrambe le risposte, dipende da te

Qual è l’angolo di ripresa consigliato per chi parla online?

  1. Tieni la telecamera a livello degli occhi —  leggermente sopra la linea degli occhi  — così chi guarda vedrà una parte del torace e dello spazio sopra la tua testa
  2. Non ha importanza basta che ti vedano
  3. Con un ingrandimento tale che le persone possano vedere solo la tua faccia

Risposta: 1. Tieni la telecamera a livello degli occhi —  leggermente sopra la linea degli occhi  — così chi guarda vedrà una parte del torace e dello spazio sopra la tua testa 

Quali sono alcuni modi per esercitarsi a parlare online?

  1. Esercitati con la telecamera accesa
  2. Esercitati con microfono e luci accesi
  3. Esercitati esponendo tutto l’intervento di filato senza fermarti
  4. Esercitati registrandoti e riascoltandoti per verificare che tutto suoni bene
  5. Tutte le precedenti 

Risposta: 5. Tutte le precedenti